Evento ECM – Il “disease management” del Paziente Fragile & Critico. Sinergia ospedale-territorio per un modello di cura integrato e coordinato centrato sul paziente

 

Sala congressi dell’ azienda ospedaliera SAN PIO presso P.O. S.Alfonso Maria De Liguori”, Auditorium P.O. “S. Agata dè Goti” (BN)

RAZIONALE

L’aumento dell’aspettativa di vita sta portando ad un progressivo invecchiamento della popolazione nei paesi occidentali. Nei prossimi 30-40 anni, infatti, sia per l’invecchiamento della popolazione con una prevalenza crescente degli ultra65enni (dagli attuali 12 milioni di over 65 si passerà a circa 15 milioni nel 2025, per arrivare a circa 18 milioni nel 2050) sia per il migliore trattamento delle fasi acute delle forme morbose con conseguente riduzione della mortalità precoce, si andrà incontro ad un rilevante incremento della prevalenza nella popolazione totale di forme cliniche cronico-degenerative (cardiopatia ischemica, scompenso cardiaco, BPCO, insufficienza renale, vasculopatie cerebrali e periferiche, malattia di Alzheimer, etc.) spesso coesistenti tra loro. L’ospedale, per tale motivo, rappresenta un “tassello” del percorso assistenziale sempre più piccolo in termini temporali, con una concentrazione crescente di tecnologie, di complessità e intensità di cure e, conseguentemente, di costi. Da ciò si delinea un Ospedale che deve avere forti relazioni con il Territorio e tutto ciò deve tradursi in concreti elementi organizzativi e strutturali.

Da ciò nasce l’esigenza di perseguire l’appropriatezza organizzativa dell’assistenza territoriale e l’integrazione ospedale-territorio-domicilio dei pazienti cronici, indispensabile per la realizzazione di una reale presa in carico della domanda di salute dei cittadini a seguito della necessità della deospedalizzazione e la impossibilità di una domiciliazione del paziente in post-acuzie. È noto che gli interventi di gestione integrata più efficaci sono proprio quelli che agiscono su tutti i livelli della “storia naturale” della malattia ma, ove un disegno di portata sistemica si rendesse poco fattibile a causa di risorse limitate, sarebbe più utile concentrare gli sforzi di tutti gli attori del sistema sugli snodi ritenuti più critici e più opportuni per il contesto locale. In altri termini, la potenzialità fondamentale dell’approccio di “disease management” è quella di far convergere le energie dei vari attori del sistema su obiettivi comuni, seppur con responsabilità diversificate, evitando in tal modo una progettualità non concordata e frammentaria, spesso incapace di incidere significativamente sui risultati complessivi del sistema assistenziale.

Scopo del workshop, in definitiva, è il cercare e condividere nuove strategie e più valide sinergie tra ospedale e territorio per una migliore integrazione a garanzia di una efficace ed efficiente gestione del paziente fragile e critico.

DESTINATARI DEL WORKSHOP

Tutti i professionisti che operano nell’area dei PDTA, sia in Ospedale che sul Territorio: Medici, Infermieri, Servizi socio-assistenziali e personale amministrativo.

L’EVENTO SARA’ ACCREDITATO ECM

Destinato a: tutte le professioni sanitarie

L’evento si rivolge inoltre a: Medici, Infermieri, Tecnici della riabilitazione, Biologi, Farmacisti, Psicologi

MODALITA’ DI ISCRIZIONE:

Via email all’indirizzo: beneventum.srl@beneventum.it

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA E PROVIDER EVENTO

Beneventum Srl Via Arena 16 – 82034 Guardia Sanframondi (BN) P.IVA 01441530621 Iscr. Cam. Comm. di Benevento N.Rea 120645

Tel. 0824 864562 – Fax 0824 1810817 – Email: beneventum.srl@beneventum.it– Cell. 339 1873431 – Sito web: http://www.beneventum.it

Presidenti

Prof. Agrò Felice Eugenio, Dr. Di Santo Giovanni, Dr. Di Guida Pasquale

Presidenti onorari

Dr. Coscia Francesco, Dr. Di Blasio Elvio

Direttore scientifico

Prof. Agrò Felice Eugenio

Coordinamento organizzativo

Dr. Cioffi V., Dr. Ciaramella B., Dr. Malgieri G., Dr. Mottola A., Coord. Garofano Antonietta, Coord. Simeone Gaetano

 




Il “disease management” del Paziente Fragile & Critico. Sinergia ospedale-territorio per un modello di cura integrato e coordinato centrato sul paziente

Il “disease management” del Paziente Fragile & Critico.

Sinergia ospedale-territorio per un modello di cura integrato e coordinato centrato sul paziente

14 Dicembre 2018

Sala congressi dell’ azienda ospedaliera SAN PIO presso P.O. S.Alfonso Maria De Liguori”, contrada San Pietro,1 82019 Sant’Agata De Goti (BN)

Responsabili Scientifici: F. E. Agro’ e G. Di Santo

RAZIONALE

L’aumento dell’aspettativa di vita sta portando ad un progressivo invecchiamento della popolazione nei paesi occidentali. Nei prossimi 30-40 anni, infatti, sia per l’invecchiamento della popolazione con una prevalenza crescente degli ultra65enni (dagli attuali 12 milioni di over 65 si passerà a circa 15 milioni nel 2025, per arrivare a circa 18 milioni nel 2050) sia per il migliore trattamento delle fasi acute delle forme morbose con conseguente riduzione della mortalità precoce, si andrà incontro ad un rilevante incremento della prevalenza nella popolazione totale di forme cliniche cronico-degenerative (cardiopatia ischemica, scompenso cardiaco, BPCO, insufficienza renale, vasculopatie cerebrali e periferiche, malattia di Alzheimer, etc.) spesso coesistenti tra loro. L’ospedale, per tale motivo, rappresenta un “tassello” del percorso assistenziale sempre più piccolo in termini temporali, con una concentrazione crescente di tecnologie, di complessità e intensità di cure e, conseguentemente, di costi. Da ciò si delinea un Ospedale che deve avere forti relazioni con il Territorio e tutto ciò deve tradursi in concreti elementi organizzativi e strutturali.

Da ciò nasce l’esigenza di perseguire l’appropriatezza organizzativa dell’assistenza territoriale e l’integrazione ospedale-territorio-domicilio dei pazienti cronici, indispensabile per la realizzazione di una reale presa in carico della domanda di salute dei cittadini a seguito della necessità della deospedalizzazione e la impossibilità di una domiciliazione del paziente in post-acuzie. È noto che gli interventi di gestione integrata più efficaci sono proprio quelli che agiscono su tutti i livelli della “storia naturale” della malattia ma, ove un disegno di portata sistemica si rendesse poco fattibile a causa di risorse limitate, sarebbe più utile concentrare gli sforzi di tutti gli attori del sistema sugli snodi ritenuti più critici e più opportuni per il contesto locale. In altri termini, la potenzialità fondamentale dell’approccio di “disease management” è quella di far convergere le energie dei vari attori del sistema su obiettivi comuni, seppur con responsabilità diversificate, evitando in tal modo una progettualità non concordata e frammentaria, spesso incapace di incidere significativamente sui risultati complessivi del sistema assistenziale.

Scopo del workshop, in definitiva, è il cercare e condividere nuove strategie e più valide sinergie tra ospedale e territorio per una migliore integrazione a garanzia di una efficace ed efficiente gestione del paziente fragile e critico.

VENERDI 14 DICEMBRE

8:30REGISTRAZIONE PARTECIPANTI E PRESENTAZIONE DEL WORKSHOP

Coscia F. – E. De Blasio, P. Di Guida, G. Di Santo

9:00 Tavola Rotonda:

OSPEDALE-TERRITORIO: UN SINERGISMO TECNICO-POLITICO ANCORA INCOMPIUTO

Coscia F. – E. De Blasio, P. Di Guida, G. Di Santo

11.00 COFFEE BREAK

11:15 LECTIO MAGISTRALIS

IL PAZIENTE FRAGILE & CRITICO.

Disease Management Ospedale – Territorio

F. E. Agrò

I SESSIONE

12.00 – 13:30 IL PAZIENTE CRITICO: LA GESTIONE DI UNA COMPLESSITA’

MULTIDISCIPLINARE

Moderatori: M. Cusano, E. De Blasio, M. De Falco

  • ESPERIENZA CLINICA IN NIV (la ventilazione non invasiva)) – A. Maffei

  • INFEZIONE E SHOCK SETTICO NEL PAZIENTE CRITICO– D.U.U. Di Caprio

LA DEMENZA SENILE: UN MARKER DI CRITICITÀ – G. Di Santo

  • RIABILITAZIONE INTENSIVA NEL PAZIENTE CRITICO CON DANNO NEUROLOGICO- B. Lanzillo

DIBATTITO: ESPERIENZA CLINICA IN NIV – A.Maffei INFEZIONE E SHOCK SETTICO NEL PAZIENTE CRITICO– D.U.U. Di Caprio LE FRATTURE COMPLESSE E COMPLICATE NEL PAZIENTE CRITICO – G. Di SantoRIABILITAZIONE INTENSIVA NEL PAZIENTE CRITICO CON DANNO NEUROLOGICO- B. Lanzillo

13:30 – 14:00 LIGHT LUNCH

II SESSIONE

14:30 – 16.30 IL PAZIENTE FRAGILE: GESTIONE DI UN “FRAGILE” EQUILIBRIO

Moderatori: F. Coscia –F. Marchese

  • LO SCOMPENSO CARDIACO CRONICO NEL PAZIENTE FRAGILE M. D’Avino

  • NUOVE FRONTIERE TERAPEUTICHE NELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE.-

R. Ranucci

  • BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva): PDTA (percorso diagnostico terapeuticoassistenziale) REGIONE CAMPANIA- M. Polverino

  • I DISTURBI IDRO-ELETTROLITICI NEL PAZIENTE ANZIANO FRAGILE A.Ilardi

DIBATTITO: LO SCOMPENSO CARDIACO CRONICO NEL PAZIENTE FRAGILE M. D’Avino – NUOVE FRONTIERE TERAPEUTICHE NELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE.-

R. Ranucci – BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva): PDTA (percorso diagnostico terapeuticoassistenziale) REGIONE CAMPANIA- M. Polverino – I DISTURBI IDRO-ELETTROLITICI NEL PAZIENTE ANZIANO FRAGILE A.Ilardi

16.30 COFFEE BREAK

III SESSIONE

16:45 – 18:30 L’ASSISTENZA TERRITORIALE

Moderatori: F.E. Agrò – F.Coscia

  • LA RIABILITAZIONE TRA OSPEDALE E TERRITORIO L. Iacobacci

  • UCCP (unità complessa di cure primarie) E AFT (aggregazione funzionale territoriale) IN CAMPANIA: REALTA’ O UTOPIA? A. Montefusco

  • INDICATORI DI UN’ASSISTENZA DI QUALITA’ A. Mottola

DIBATTITO: LA RIABILITAZIONE TRA OSPEDALE E TERRITORIO L. Iacobacci – UCCP (unità complessa di cure primarie) E AFT (aggregazione funzionale territoriale) IN CAMPANIA: REALTA’ O UTOPIA? A. Montefusco – INDICATORI DI UN’ASSISTENZA DI QUALITA’ A. Mottola

18:30 – 19:30 INCONTRO TEORICO PRATICO MEDICI-INFERMIERI-SPECIALISTI

ROTAZIONE DEI PARTECIPANTI AI TAVOLI CON I DOCENTI DEL CORSO

Un nuovo sistema di ventilazione sincronizzato nella rianimazione cardiopolmonare-Il nuovo reversal per l’ossigenazione del paziente nell’intubazione fallitaSonda Ecografica Wireless per la diagnostica per immagini ad ultrasuoni nel paziente criticoFarmaci salvavita pronti all’uso in emergenza-La ventilazione non invasiva NIV (ventilazione non invasiva): ventilatori a confronto-Caschi e Sistemi per ventilazione NIV (ventilazione non invasiva) e CPAP (continuous positive airway pressure) –Sistemi di monitoraggio emodinamico- Infection prevention controll – Sistemi di prevenzione per le piaghe da degubito- Presidi per gli accessi vascolari periferici e centrali- Sistema di aspirazione broncoscopiche

19:30 Verifica di apprendimento, Questionario ECM

CHIUSURA CONVEGNO E CONSEGNA ATTESTATI

Evento accreditato presso il Ministero della Salute (Age.Na.S), rivolto a:

Medici, Infermieri, Tecnici della riabilitazione, Biologi, Farmacisti, psicologi

numero di accreditamento 54-242745

Segreteria organizzativa e Provider Ecm:

Beneventum Srl

Via Arena,16

82034 Guardia Sanframondi (BN)

tel: 0824/864562

cell.3391873431

mail:beneventum.srl@beneventum.it




Il “disease management” del Paziente Fragile e Critico.

01 Dicembre 2018

Il “disease management” del Paziente Fragile & Critico.

Sinergia ospedale-territorio per un modello di cura integrato e coordinato centrato sul paziente

Sala congressi dell’ azienda ospedaliera SAN PIO presso P.O. S.Alfonso Maria De Liguori”, Auditorium P.O. “S. Agata dè Goti” (BN)

RAZIONALE

L’aumento dell’aspettativa di vita sta portando ad un progressivo invecchiamento della popolazione nei paesi occidentali. Nei prossimi 30-40 anni, infatti, sia per l’invecchiamento della popolazione con una prevalenza crescente degli ultra65enni (dagli attuali 12 milioni di over 65 si passerà a circa 15 milioni nel 2025, per arrivare a circa 18 milioni nel 2050) sia per il migliore trattamento delle fasi acute delle forme morbose con conseguente riduzione della mortalità precoce, si andrà incontro ad un rilevante incremento della prevalenza nella popolazione totale di forme cliniche cronico-degenerative (cardiopatia ischemica, scompenso cardiaco, BPCO, insufficienza renale, vasculopatie cerebrali e periferiche, malattia di Alzheimer, etc.) spesso coesistenti tra loro. L’ospedale, per tale motivo, rappresenta un “tassello” del percorso assistenziale sempre più piccolo in termini temporali, con una concentrazione crescente di tecnologie, di complessità e intensità di cure e, conseguentemente, di costi. Da ciò si delinea un Ospedale che deve avere forti relazioni con il Territorio e tutto ciò deve tradursi in concreti elementi organizzativi e strutturali.

Da ciò nasce l’esigenza di perseguire l’appropriatezza organizzativa dell’assistenza territoriale e l’integrazione ospedale-territorio-domicilio dei pazienti cronici, indispensabile per la realizzazione di una reale presa in carico della domanda di salute dei cittadini a seguito della necessità della deospedalizzazione e la impossibilità di una domiciliazione del paziente in post-acuzie. È noto che gli interventi di gestione integrata più efficaci sono proprio quelli che agiscono su tutti i livelli della “storia naturale” della malattia ma, ove un disegno di portata sistemica si rendesse poco fattibile a causa di risorse limitate, sarebbe più utile concentrare gli sforzi di tutti gli attori del sistema sugli snodi ritenuti più critici e più opportuni per il contesto locale. In altri termini, la potenzialità fondamentale dell’approccio di “disease management” è quella di far convergere le energie dei vari attori del sistema su obiettivi comuni, seppur con responsabilità diversificate, evitando in tal modo una progettualità non concordata e frammentaria, spesso incapace di incidere significativamente sui risultati complessivi del sistema assistenziale.

Scopo del workshop, in definitiva, è il cercare e condividere nuove strategie e più valide sinergie tra ospedale e territorio per una migliore integrazione a garanzia di una efficace ed efficiente gestione del paziente fragile e critico.

DESTINATARI DEL WORKSHOP

Tutti i professionisti che operano nell’area dei PDTA, sia in Ospedale che sul Territorio: Medici, Infermieri, Servizi socio-assistenziali e personale amministrativo.

L’EVENTO SARA’ ACCREDITATO ECM

Destinato a: tutte le professioni sanitarie

L’evento si rivolge inoltre a: Medici, Infermieri, Tecnici della riabilitazione, Biologi, Farmacisti, Psicologi

MODALITA’ DI ISCRIZIONE:

Via email all’indirizzo: beneventum.srl@beneventum.it

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA E PROVIDER EVENTO

Beneventum Srl Via Arena 16 – 82034 Guardia Sanframondi (BN) P.IVA 01441530621 Iscr. Cam. Comm. di Benevento N.Rea 120645

Tel. 0824 864562 – Fax 0824 1810817 – Email: beneventum.srl@beneventum.it – Cell. 339 1873431 – Sito web: http://www.beneventum.it

Presidenti

Prof. Agrò Felice Eugenio, Dr. Di Santo Giovanni, Dr. Di Guida Pasquale

Presidenti onorari

Dr. Coscia Francesco, Dr. Di Blasio Elvio

Direttore scientifico

Prof. Agrò Felice Eugenio

Coordinamento organizzativo

Dr. Cioffi V., Dr. Ciaramella B., Dr. Malgieri G., Dr. Mottola A., Coord. Garofano Antonietta, Coord. Simeone Gaetano

SABATO 1 DICEMBRE

8:30 REGISTRAZIONE PARTECIPANTI

PRESENTAZIONE DEL WORKSHOP

Coscia F. – Di Guida P. – Di Santo G.

9:15 – 11:15 SALUTO AUTORITA’

Tavola Rotonda:

OSPEDALE-TERRITORIO: UN SINERGISMO TECNICO-POLITICO ANCORA INESPRESSO

Direttori Generali e Politici a confronto

Moderatore : Dr. TRABUCCO AURILIO M. (Roma)

Dr. POSTIGLIONE A., Dirigente Responsabile direzione generale per la tutela della salute e il coordinamento del sistema sanitario regionale

Dr. PIZZUTI R., Direttore Generale A.O. “San Pio” – Benevento

Dr. PICKER F., Direttore Generale ASL – Benevento

Dr. IANNIELLO G., Presidente OMCEO – Benevento

On. CAPUTO N. , Parlamentare Europeo :Commissione per l’ambiente,

la sanità pubblica e la sicurezza alimentare

11:15– 11:30 COFFEE BREAK

11:30 -13: 00 TAVOLA ROTONDA

DAL “FINE” DELLA VITA” AL “FINE VITA”: ESPERTI A CONFRONTO

La volontà del malato e l’etica professionale: il problema del conflitto tra religione,

bioetica, scienza, morale e diritto.

Moderatore:

Relatori: F. E. Agrò (Roma), F. Piazza (Sessa Aurunca), R. Sinno (Benevento), G., R.

Mone (Napoli), Magistrato

13:30 CONCLUSIONI

F. E. Agrò (Roma)

13:45 – 14:00 Verifica di apprendimento, Questionario ECM

14:00 CHIUSURA CONVEGNO

CONSEGNA ATTESTATI




GREEN VII Edizione Michele Siani: poche certezze … tanta conoscenza!

Si è concluso anche quest’anno l’evento scientifico GREEN VII Edizione Michele Siani: poche certezze … tanta conoscenza! che ha visto la partecipazione di specialisti proveniente da diverse parti di Italia egregiamente e magistralmente guidati dal Dottor Di Maria e dal team che anche quest’anno ha lasciato tanti spunti da approfondire e discutere …




GREEN VII Edizione Michele Siani: poche certezze … tanta conoscenza!

Continuano i lavori di preparazione della VII edizione del corso ecm  GREEN organizzato dal Dottor Domenico Di Maria in collaborazione con la Beneventum, corso rivolto a medici di tutte le specializzazioni.

Info sul sito: http://www.domenicodimaria.it/orlpediatrica/

Contatti segreteria organizzativa:

mail: beneventum.srl@beneventun.it

telefono: 0824.864562 / 3391873431

Si riporta video

 

 




Workshop La Gestione del Paziente Critico

Workshop La Gestione del Paziente Critico

BENEVENTO, 24 e 25 settembre 2018

Centro Congressi Ospedale Fatebenefratelli di Benevento

RAZIONALE

Il paziente critico ha una concomitanza di fattori biologici, psicologici e socio-ambientali, che agendo in modo sinergico si amplificano e determinano un fenomeno sindromico che coinvolge molti sistemi ed apparati, ciò determina una perdita parziale o totale delle capacità dell’organismo di tendere all’omeostasi. La gestione delle vie aeree con dispositivi e presidi di nuova generazione rappresenta il punto cardine della riuscita di una rianimazione sia in termini di mortalità che di morbilità. La corretta gestione delle vie aeree non deve essere più solamente saper posizionare un tubo endotracheale o un presidio extraglottico, ma deve essere soprattutto riuscire a ossigenare e ventilare il paziente nelle situazioni di emergenza, sia in Ospedale che sul Territorio.

Per un’efficace gestione delle vie aeree in urgenza/emergenza non basta solo la conoscenza teorica dei presidi di nuova generazione, ma occorrono gli “skill” adeguati  a  garantire la sopravvivenza del paziente in sicurezza.

Il Workshop affronta in modalità interattiva i principali aspetti teorici e pratici del management delle vie aeree, del monitoraggio neuromuscolare e della gestione del paziente critico in terapia intensiva. Nel workshop si analizzano le linee guida, le procedure, i protocolli, le raccomandazioni generali di buona pratica clinica per ridurre la morbilità e la mortalità del paziente critico. Nel pomeriggio delle due giornate del giornata del workshop ogni partecipante sarà tutorato per imparare ad acquisire le capacità per assicurare l’ossigenazione e la ventilazione in situazioni di urgenza/emergenza sia intra che extraospedaliere.

DESTINATARI DEL WORKSHOP

Tutti i professionisti che operano nell’area dell’emergenza/urgenza, sia in Ospedale che sul Territorio: Medici, Infermieri, Soccorritori, Volontari del soccorso, Addetti al primo soccorso incaricati in base al DLgs. 81-08, Volontari di protezione civile, Forze dell’ordine

QUOTA DI ISCRIZIONE

QUOTA IVA 22% TOTALE
Medico € 50,00 € 11,00 € 61,00
Infermiere € 30,00 € 6,60 € 36,60
Studente/Specializzando € 30,00 € 6,60 € 36,60
Volontari del soccorso € 30,00 € 6,60 € 36,60

MODALITA’ DI ISCRIZIONE

Inviare copia del versamento all’indirizzo e-mail beneventum.srl@beneventum.it oppure fax 0824-1810817 insieme ai suoi dati anagrafici per l’emissione della fattura a suo favore.

BONIFICO BANCARIO PAYPAL
IBAN: IT 32 N 07601 15000 000099256166 Intestato a BENEVENTUM SRL andare sul proprio profilo paypal e fare il versamento a favore di beneventum.srl@beneventum.it
BOLLETTINO POSTALE INFO
numero c/c 99256166 TITOLO E DATA CORSO beneventum.srl@beneventum.it

PRESIDENTI

PROF. FELICE EUGENIO AGRO’ & DOTT.SSA MARIA CUSANO

PRESIDENTI ONORARI

PROF. ANTONIO CORCIONE & DR. ELVIO DE BLASIO

DIRETTORE SCIENTIFICO

PROF. FELICE EUGENIO AGRO’

SCARICA IL PROGRAMMA DEL WORKSHOP : PROGRAMMA DEL Workshop

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA E PROVIDER EVENTO
Beneventum Srl Via Arena 16 – 82034 Guardia Sanframondi (BN) P.IVA 01441530621 Iscr. Cam. Comm. di Benevento N.Rea 120645

Tel. 0824 864562 – Fax 0824 1810817 – Email: beneventum.srl@beneventum.it  – Cell. 339 1873431 – Sito web: http://www.beneventum.it

 




Evento ECM: Workshop La Gestione del Paziente Critico

Workshop La Gestione del Paziente Critico

BENEVENTO, 24 e 25 settembre 2018

Centro Congressi Ospedale Fatebenefratelli di Benevento

RAZIONALE

Il paziente critico ha una concomitanza di fattori biologici, psicologici e socio-ambientali, che agendo in modo sinergico si amplificano e determinano un fenomeno sindromico che coinvolge molti sistemi ed apparati, ciò determina una perdita parziale o totale delle capacità dell’organismo di tendere all’omeostasi. La gestione delle vie aeree con dispositivi e presidi di nuova generazione rappresenta il punto cardine della riuscita di una rianimazione sia in termini di mortalità che di morbilità. La corretta gestione delle vie aeree non deve essere più solamente saper posizionare un tubo endotracheale o un presidio extraglottico, ma deve essere soprattutto riuscire a ossigenare e ventilare il paziente nelle situazioni di emergenza, sia in Ospedale che sul Territorio.

Per un’efficace gestione delle vie aeree in urgenza/emergenza non basta solo la conoscenza teorica dei presidi di nuova generazione, ma occorrono gli “skill” adeguati  a  garantire la sopravvivenza del paziente in sicurezza.

Il Workshop affronta in modalità interattiva i principali aspetti teorici e pratici del management delle vie aeree, del monitoraggio neuromuscolare e della gestione del paziente critico in terapia intensiva. Nel workshop si analizzano le linee guida, le procedure, i protocolli, le raccomandazioni generali di buona pratica clinica per ridurre la morbilità e la mortalità del paziente critico. Nel pomeriggio delle due giornate del giornata del workshop ogni partecipante sarà tutorato per imparare ad acquisire le capacità per assicurare l’ossigenazione e la ventilazione in situazioni di urgenza/emergenza sia intra che extraospedaliere.

DESTINATARI DEL WORKSHOP

Tutti i professionisti che operano nell’area dell’emergenza/urgenza, sia in Ospedale che sul Territorio: Medici, Infermieri, Soccorritori, Volontari del soccorso, Addetti al primo soccorso incaricati in base al DLgs. 81-08, Volontari di protezione civile, Forze dell’ordine

QUOTA DI ISCRIZIONE

  QUOTA IVA 22% TOTALE
Medico € 50,00 € 11,00 € 61,00
Infermiere € 30,00 € 6,60 € 36,60
Studente/Specializzando € 30,00 € 6,60 € 36,60
Volontari del soccorso € 30,00 € 6,60 € 36,60

MODALITA’ DI ISCRIZIONE

Inviare copia del versamento all’indirizzo e-mail beneventum.srl@beneventum.it oppure fax 0824-1810817 insieme ai suoi dati anagrafici per l’emissione della fattura a suo favore.

BONIFICO BANCARIO PAYPAL
IBAN: IT 32 N 07601 15000 000099256166 Intestato a BENEVENTUM SRL andare sul proprio profilo paypal e fare il versamento a favore di beneventum.srl@beneventum.it
BOLLETTINO POSTALE INFO
numero c/c 99256166 TITOLO E DATA CORSO beneventum.srl@beneventum.it

PRESIDENTI

PROF. FELICE EUGENIO AGRO’ & DOTT.SSA MARIA CUSANO

PRESIDENTI ONORARI

PROF. ANTONIO CORCIONE & DR. ELVIO DE BLASIO

DIRETTORE SCIENTIFICO

PROF. FELICE EUGENIO AGRO’

SCARICA IL PROGRAMMA DEL WORKSHOP : SCARICA

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA E PROVIDER EVENTO
Beneventum Srl Via Arena 16 – 82034 Guardia Sanframondi (BN) P.IVA 01441530621 Iscr. Cam. Comm. di Benevento N.Rea 120645

Tel. 0824 864562 – Fax 0824 1810817 – Email: beneventum.srl@beneventum.it  – Cell. 339 1873431 – Sito web: http://www.beneventum.it

 




Workshop Gestione Vie Aeree, curarizzazione e reversal

Evento ECM: 19 – 20 Giugno 

RATIONALE

La gestione delle vie aeree con dispositivi e presidi di nuova generazione rappresenta il punto cardine della riuscita

di una rianimazione sia in termini di mortalità che di morbilità.

La corretta gestione delle vie aeree non deve essere più solamente saper posizionare un tubo endotracheale o un presidio extraglottico, ma deve essere soprattutto riuscire a ossigenare e ventilare il paziente nelle situazioni di

emergenza, sia in Ospedale che sul Territorio.

Per un’efficace gestione delle vie aeree in urgenza/emergenza non basta solo la conoscenza teorica dei presidi di nuova generazione, ma occorrono gli “skill” adeguati a garantire la sopravvivenza del paziente in sicurezza. Il Workshop affronta in modalità interattiva i principali aspetti teorici e pratici del management delle vie aeree e del monitoraggio neuromuscolare per una corretta gestione del blocco neuromuscolare in corso d’intervento chirurgico e nelle fasi di intubazione e estubazione tracheale. Nel workshop si pone l’attenzione su curari e reversal di ultima generazione per sottolineare l’importanza di una intubazione in sicurezza, anche quando il paziente è curarizzato e non si riesce ad assicurare in tempi rapidi la ventilazione e l’ossigenazione del paziente. Per contestualizzare come saper utilizzare i dispositivi e i presidi di nuova generazione nel paziente con vie aeree difficili, nella seconda giornata del workshop ogni partecipante sarà tutorato per imparare ad acquisire le capacità per assicurare l’ossigenazione e la ventilazione in situazioni di urgenza/emergenza sia intra che extraospedaliere, nella tutela della sicurezza dei pazienti e del loro operato.

 

DESTINATARI

Infermieri, Soccorritori, Volontari del soccorso, Addetti al primo soccorso incaricati in base al DLgs. 81-08,

Volontari di protezione civile, Forze dell’ordine

 

CREDITI ECM 18.1

 

COSTO

50 € + iva per medici

30 € + iva per tutte le altre figure professionali

MODALITA’ DI PAGAMENTO

  • Paypal
  • Bonifico bancario
  • Bollettino

 

Info contatti:

  • email: beneventum.srl@beneventum.it
  • tel:      0824 864562

 

PROGRAMMA DELL’EVENTO

PROGRAMMA Worksop Benevento 19 20 GIUGNO




Workshop Gestione Vie Aeree, curarizzazione e reversal

Iscrizioni chiuse evento 19 e 20 giugno

RATIONALE

La gestione delle vie aeree con dispositivi e presidi di nuova generazione rappresenta il punto cardine della riuscita

di una rianimazione sia in termini di mortalità che di morbilità.

La corretta gestione delle vie aeree non deve essere più solamente saper posizionare un tubo endotracheale o un presidio extraglottico, ma deve essere soprattutto riuscire a ossigenare e ventilare il paziente nelle situazioni di

emergenza, sia in Ospedale che sul Territorio.

Per un’efficace gestione delle vie aeree in urgenza/emergenza non basta solo la conoscenza teorica dei presidi di nuova generazione, ma occorrono gli “skill” adeguati a garantire la sopravvivenza del paziente in sicurezza. Il Workshop affronta in modalità interattiva i principali aspetti teorici e pratici del management delle vie aeree e del monitoraggio neuromuscolare per una corretta gestione del blocco neuromuscolare in corso d’intervento chirurgico e nelle fasi di intubazione e estubazione tracheale. Nel workshop si pone l’attenzione su curari e reversal di ultima generazione per sottolineare l’importanza di una intubazione in sicurezza, anche quando il paziente è curarizzato e non si riesce ad assicurare in tempi rapidi la ventilazione e l’ossigenazione del paziente. Per contestualizzare come saper utilizzare i dispositivi e i presidi di nuova generazione nel paziente con vie aeree difficili, nella seconda giornata del workshop ogni partecipante sarà tutorato per imparare ad acquisire le capacità per assicurare l’ossigenazione e la ventilazione in situazioni di urgenza/emergenza sia intra che extraospedaliere, nella tutela della sicurezza dei pazienti e del loro operato.

 

DESTINATARI

Infermieri, Soccorritori, Volontari del soccorso, Addetti al primo soccorso incaricati in base al DLgs. 81-08,

Volontari di protezione civile, Forze dell’ordine

 

CREDITI ECM 18.1

 

COSTO

50 € + iva per medici

30 € + iva per tutte le altre figure professionali

MODALITA’ DI PAGAMENTO

  • Paypal
  • Bonifico bancario
  • Bollettino

 

Info contatti:

  • email: beneventum.srl@beneventum.it
  • tel:      0824 864562

 

PROGRAMMA DELL’EVENTO

PROGRAMMA Worksop Benevento 19 20 GIUGNO

 




DEFINIZIONE DELLA CRITICITÀ SUL TRASPORTO STRADALE DEGLI ANIMALI DA REDDITO: ASPETTI PRATICI E TEORICI

RAZIONALE

La movimentazione intracomunitaria degli animali da reddito crea seri problemi dal punto di vista operativo per gli utenti e per gli addetti al controllo, spesso chiamati a supporto delle Forze di Polizia deputate al controllo stradale o a fronteggiare situazioni al limite della normativa in fase di arrivo e di partenza di detti trasporti entro tempi tecnici piuttosto ristretti.
Questo corso si propone ai Medici Veterinari e Tecnici della Prevenzione al fine di affrontare le principali criticità legate a tale problematica sia dal punto di vista normativo che dal punto di vista pratico-operativo, al fine di risolvere le più disparate incombenze che si possono prospettare nell’ambito del trasporto degli animali su strada.

Evento ECM – 9 crediti formativi

Destinatari: Veterinari

scarica la brochure